Salve, mi sto occupando di grafica digitale e fotografia da diversi mesi. Ora mi è capitato un cliente che vorrebbe un sito web totalmente dedicato ai suoi scatti. Lui è un fotografo, e per ora vorrebbe solo farsi conoscere, ma nulla toglie che può anche vendere i suoi scatti in futuro. Permettetevi di porvi questa domanda, che potrebbe essere anche insensata, non saprei... I scatti in formato RAW, in termini di indicizzazione su Google Immagini sono migliori rispetto agli altri JPEG? Grazie.
Mer 25/06/2014
 
Commenti
Ciao Maria, grazie per averci scritto. Inizio a risponderti con un pò di definizioni sui i due formati.

File Raw:
• non è un file immagine di per sé (richiede un software speciale per visualizzarlo, anche se questi software sono diffusi).
• tipicamente è un formato proprietario (con l'eccezione del formato DNG di Adobe che non è ancora ampiamente utilizzato).
• almeno 8 bit per colore - rosso, verde e blu (12-bit per X, Y posizione), anche se la maggior parte delle DSLR record di 12-bit di colore (36 bit per posizione).
• non compresso (una fotocamera da 8 megapixel produrrà un file Raw 8 MB).
• lossless: dati completi dal sensore della fotocamera.
• superiore in gamma dinamica (possibilità di visualizzare luci e le ombre).
• minore in contrasto.
• scatto più lento (dipende dalle fotocamere).
• non adatto per la stampa direttamente dalla fotocamera o senza post-elaborazione.
• sola lettura (tutte le modifiche vengono salvate in un file XMP "sidecar" o ad un altro formato immagine JPEG).
• di solito viene sempre elaborato dal computer.

In confronto, un JPEG:
• un formato standard leggibile da qualsiasi programma di immagine sul mercato o disponibili open source.
• esattamente 8-bit per colore (12-bit per posizione).
• compresso (cercando per la ridondanza dei dati, come un file ZIP o stripping ciò che un umano non può percepire come ad es. un MP3).
• relativamente ha piccole dimensioni del file (una fotocamera da 8 megapixel produrrà JPEG tra 1 e 3 MB di dimensione).
• bassa nella gamma dinamica.
• un contrasto più alto.
• nitido.
• scatto più veloce (dipende dalle fotocamere).
• immediatamente adatto per la stampa, la condivisione, o la pubblicazione sul Web.
• di solito non ha bisogno di correzioni.
• in grado di essere manipolato,ma si si perdono le informazioni ogni volta che una modifica viene fatta - anche se è solo per ruotare l'immagine (l'opposto di lossless).
• elaborato dalla fotocamera.
Queste differenze portano implicitamente a situazioni che richiedono se scegliere un formato rispetto ad un altro. Per esempio, se non si ha molta capacità di memorizzare le immagini, il formato JPEG permetterà di memorizzare fino a 2 o 3 volte in più rispetto al RAW. Questa è anche una buona idea se sei ad una festa o qualche altro evento dopodiché si desidera condividere le tue foto velocemente e facilmente.

Se si possiede un Reflex, quindi è il tuo caso, se da un lato il formato RAW racchiude in sé la massima quantità di informazionI e mediante una corretta ottimizzazione (in post-produzione) garantisce un'impareggiabile ricchezza di dettagli, dall'altro il noto formato JPEG è molto leggero, versatile e già "pronto all'uso".
Non esiste quindi un formato migliore in assoluto, ma possiamo scegliere il formato più adatto in funzione delle nostre esigenze.
Questo era per far capire anche ai nostri lettori di cosa stiamo parlando.

Per quanto riguarda invece l'oggetto del quesito, ossia l'indicizzazione su Google Immagini dei due formati, confrontandomi anche con i ragazzi che sono più esperti di me, è assolutamente meglio usare il formato JPEG, per uno dei motivi che ti ho scritto sopra, ossia che il RAW necessita di un software particolare per la sua lettura, e quindi diventerebbe non indicizzabile dai motori di ricerca.

Puoi consigliare al tuo amico una doppia soluzione, ossia, realizzare il sito internet con i suoi scatti a bassa risoluzione (anche 400px 72dpi e compressione 70%), in modo da permettere la visione ma non di essere scaricarti per poi essere stampati... se io fossi in te aggiungerei anche un bel watermark :)

Poi su ogni foto, puoi realizzare un piccolo carrello, in cui l'utente interessato può acquistare lo scatto ad alta risoluzione o JPEG e RAW.
Spero di averti dato tutte le risposte giuste. Altrimenti contattami nuovamente, ok? Saluti.
Lasciando perdere il poema di nozioni tecniche scopiazzate e già fornite, gli scatti RAW non sono riproducibili sul web perchè non sono immagini ma semplicemente sequenze di dati registrate dalla macchina fotografica senza intervento del software di gestione.
Per tanto non sono immagini riproducibili e possono essere aperte solo da applicativi atti a gestirle per una post elaborazione. Inoltre se è un fotografo, vista la peculiarità dei file RAW, credo proprio che non troverebbe di suo gradimento la possibilità che chi acquista uno scatto possa variarne i parametri alterando difatto quanto il fotografo professionista ha inteso scattare in termini di esposizione, resa cromatica ecc. perchè queste sono le potenzialità del file RAW abbinato al software di gestione della casa madre, ovvero elaborare l'immagine al monitor come se si stesse scattando in quel momento.
Al massimo, per aumentare la qualità di una foto da vendere, un TIFF se si vuol vendere la qualità. JPG o PNG se si vuole l'indicizzazione.
Saluti Max
Salve a tutti, grazie per le risposte di entrambi. Sulle nozioni e sulle differenze ero ben al corrente.. Il dubbio lo avevo solo sull'indicizzazione, che a questo punto credo di aver capito che il sito dovrà contenere esclusivamente file JPG per i motori di ricerca.Mentre per la vendita...mbeh..credo che questo vada un pò a discrezione del cliente, ossia se lui vuole vendere il RAW e quindi permettere a chi acquista di poter variare i parametri e quindi fare del post produzione, oppure se vendere i TIFF o JPEG ad alta risoluzione adatto comunque per la stampa.Però qui si deve anche focalizzare il target in relazione alla vendita. Significa che se un fotografo come nel nostro caso vuole fare "cassa"...allora gli conviene vendere le foto già elaborate dal post produzione, perchè essendo più "d'effetto" si vendono di più, e si spazia ad un target ampio.. (vedete ad esempio Fotolia).Invece se lui si vuole rivolgere ad un mercato di nicchia, allora può vendere il RAW, perchè come diceva Max il fotografo ama le informazioni catturate in quel momento e non elaborate.Che ne pensate?
Ciao di nuovo Maria e ciao Max!
Vi ringraziamo per i vostri interventi e aggiungo solo poche righe..; per quanto riguarda la mia spiegazione sulle nozioni e le differenze tecniche, sono state inserite solo per non avere dubbi e per permettere ad altri utenti, oltre a voi che già siete informati, di espandere le proprie conoscenze su qualcosa che non sapevano; per quanto riguarda l'oggetto del Blog, ti abbiamo poi posto dei chiarimenti. Inoltre, mi ha fatto piacere che ci sono state ulteriori spiegazioni anche da parte di Max. In ogni caso spero tu abbia ricevuto le riposte che cercavi.
Un saluto da me e staff!